lunedì 26 agosto 2013

Singlet

Nel calendario cinese gli anni vengono dedicati agli animali mentre nel calendario del mezzocaffeista ci sono solo gare e gadget. Quest'anno è l'anno della canotta.
La colpa è di Clod. Un bel giorno ha cominciato ad uscirsene con messaggi sul tenore di "una volta che provi la canotta non torni più indietro". In effetti nell'armadio del podista non può mancare e durante l'estate questo indumento ti permette di rimanere fresco nelle giornate più afose.
Ad inizio estate, l'uomo dal torso gigante Clod, si è presentato vestito da corridore teutonico. Aveva acquistato su eBay un capo della divisa della squadra olimpica tedesca.


Così è esplosa la mia invidia e non ho potuto far a meno di volerlo imitare. Dopo aver scambiato due parole con Clod mi sono reso conto che la canotta (o singlet) originale da gara è un articolo quasi impossibile da acquistare. Non si trova né in negozio, né ordinandola on line.
Esiste un mercato dalle regole oscure dedicato ai prodotti da gara e il mezzo privilegiato per l'acquisto è l'asta on line o gli annunci sui forum specializzati.
Non è ben chiaro quale sia la fonte di approvvigionamento dei venditori. Si dice che alcuni addetti ai lavori riescano, forse con stratagemmi di dubbia natura, a venire in possesso di alcuni articoli che vengono poi proposti a prezzi incredibilmente alti agli appassionati.
Per farla breve ho cominciato a guardarmi intorno e per una canotta di Londra 2012, non indossata, pare che il prezzo minimo si aggiri intorno ai 120€ più spedizione, mentre per i pezzi più pregiati si sale tranquillamente a 250€. Alcuni, attraverso i forum, cercano di scambiare maglie o intere divise, con quelle di altre nazionali.
Non so come farò, ma in qualche modo riuscirò ad acquistare una singlet anche io e allora replicheremo sfide olimpiche sul nostro benamato lungadige.

1 commento:

  1. Con la canotta si va molto più forte, non c'è nulla da fare...

    RispondiElimina